Anno: 2019

NOVENA DI NATALE – IL PRESEPIO, nono giorno

In questi giorni di Novena abbiamo insieme guardato il presepe. Ci ha aiutati papa Francesco con la sua Lettera apostolica “Admirabile signum”. Siamo giunti alla vigilia di Natale. Il Natale ha sempre ispirato i poeti. In “Nella notte di Natale”. Umberto Saba (1883-1957) spiega in brevi, ispirati versi, che la parola amore è strettamente collegata al concetto di perdono. Io

NOVENA DI NATALE – IL PRESEPIO, ottavo giorno

Scrive il papa: «Poco alla volta il presepe ci conduce alla grotta, dove troviamo le statuine di Maria e di Giuseppe. Maria è una mamma che contempla il suo bambino e lo mostra a quanti vengono a visitarlo. La sua statuetta fa pensare al grande mistero che ha coinvolto questa ragazza quando Dio ha bussato alla porta del suo cuore

NOVENA DI NATALE – IL PRESEPIO, settimo giorno

Nella Lettera sul presepe del papa trovo scritto: «Nei nostri presepi siamo soliti mettere tante statuine simboliche. Anzitutto, quelle di mendicanti e di gente che non conosce altra abbondanza se non quella del cuore. Anche loro stanno vicine a Gesù Bambino a pieno titolo, senza che nessuno possa sfrattarle o allontanarle da una culla talmente improvvisata che i poveri attorno

NOVENA DI NATALE – IL PRESEPIO, sesto giorno

Scrive il papa: «Gli angeli e la stella cometa sono il segno che noi pure siamo chiamati a metterci in cammino per raggiungere la grotta e adorare il Signore». I primi a raggiungere la grotta sono i pastori, testimoni dell’essenziale, testimoni dell’evento straordinario ed unico della salvezza. Sono i più umili e i più poveri che sanno accogliere l’Incarnazione del

NOVENA DI NATALE – IL PRESEPIO, quinto giorno

Il papa, nella sua Lettera, passa poi in rassegna i vari segni del presepe. E inizia cercando il significato del cielo stellato nel buio e nel silenzio della notte. E scrive: «Pensiamo a quante volte la notte circonda la nostra vita. Ebbene, anche in quei momenti, Dio non ci lascia soli, ma si fa presente per rispondere alle domande decisive

NOVENA DI NATALE – IL PRESEPIO, quarto giorno

Scrive papa Francesco: «Perché il presepe suscita tanto stupore e ci commuove? Anzitutto perché manifesta la tenerezza di Dio. Lui, il Creatore dell’universo, si abbassa alla nostra piccolezza. Il dono della vita, già misterioso ogni volta per noi, ci affascina ancora di più vedendo che Colui che è nato da Maria è la fonte e il sostegno di ogni vita.

NOVENA DI NATALE – IL PRESEPIO, terzo giorno

Scrive Francesco: «Gesù viene deposto in una mangiatoia, che in latino si dice praesepium, da cui presepe. Entrando in questo mondo, il Figlio di Dio trova posto dove gli animali vanno a mangiare». La “mangiatoia”. “Prendete e mangiate…questo è il mio corpo”.Il Bambino di Betlemme – il Dio che si è fatto carne – ci rimanda da subito all’Eucarestia, il

NOVENA DI NATALE – IL PRESEPIO, secondo giorno

Scrive Francesco nella sua “Lettera” sul presepio: «Rappresentare l’evento della nascita di Gesù equivale ad annunciare il mistero dell’Incarnazione del Figlio di Dio con semplicità e gioia». Allestire il presepe, allora, è come presentare un Vangelo vivo. Mentre Contemplo la scena del Natale sono invitato a mettermi spiritualmente in cammino. In cammino verso dove? Dietro a chi? Mi metto in