Categoria: I Santi e Beati di AC

Conosciamo i nostri fratelli e sorelle maggiori: l’AC è una scuola di Santità e moltissimi sono stati gli associati che hanno reso la loro vita vera testimonianza del Risorto. Impariamo a conoscerli.

AC scuola di Santità: Egidio Bullesi

Venerabile Egidio Bullesi Pola (Istria), 24 agosto 1905 25 aprile 1928 Nasce a Pola (diocesi di Parenzo), che allora appartiene all’Austria, terzo di nove figli. Nel 1914, allo scoppio della Prima guerra mondiale, deve rifugiarsi con la famiglia a Rovigo. Poi si trasferisce a Szeghedin (Ungheria), Wagna (Stiria) e Graz (Austria). Alla fine di tale peregrinare, la famiglia ritorna a

AC scuola di Santità: Celestina Bottego

Venerabile Celestina Bottego Glendale (Ohio / Usa), 20 dicembre 1895 Parma, 20 agosto 1980 Vive con la famiglia emigrata in America nello stato del Montana (Usa) fino all’età di quindici anni. Nel 1910 il ritorno in Italia. A Parma Celestina prosegue gli studi e consegue, presso l’università di Pisa, l’abilitazione all’insegnamento della lingua inglese. Insegnerà in diverse scuole pubbliche di Parma

AC scuola di Santità: Antonietta Meo

Venerabile Antonietta Meo (Nennolina) Roma, 15 dicembre 1930 3 luglio 1937 Nasce in una famiglia di saldi principi morali e religiosi. I genitori sono terziari francescani. Da piccola viene iscritta tra le beniamine di Azione Cattolica, ne frequenta le riunioni e si fa leggere il giornalino. Poiché non sa ancora scrivere, detta alla mamma e alla sorella letterine per Gesù,

AC scuola di Santità: Armida Barelli

Venerabile Armida Barelli Milano, 1° dicembre 1882 Marzio (Varese), 15 agosto 1952 Nata da una famiglia borghese, studia in un collegio svizzero. Tornata a Milano, si dedica ai ragazzi abbandonati e poveri, collaborando con Rita Tonoli, che fonderà poi un istituto dedito all’assistenza di tali ragazzi e che la mette in contatto con p. Agostino Gemelli, appena convertito. L’incontro con

AC scuola di Santità: Rachelina Ambrosini

Venerabile Rachelina Ambrosini Pietradefusi (Av), 2 Luglio 1925 Roma, 10 Marzo 1941 Rachelina è l’unica figlia del dottor Alberto Ambrosini e di Filomena Sordillo. Bambina vivace ed estremamente buona, ama in maniera particolare i piccoli, gli umili, i poveri cui manifestava ogni forma di carità accompagnata sempre a una parola di speranza. All’età di quattro anni, mentre gioca nel giardino

AC scuola di Santità: Mosè Tovini

Beato Mosè Tovini Cividate Camuno (BS), 27 dicembre 1877 Brescia, 28 gennaio 1930 Memoria liturgica 9 giugno Nipote dell’avvocato Giuseppe Antonio Tovini, Mosè Tovini avverte la sua vocazione sacerdotale durante gli studi in collegio, in occasione della celebrazione del terzo centenario della morte di san Luigi. A fine anno di terza liceo, il seminarista Tovini viene ammesso alla tonsura e

AC scuola di Santità: Giuseppe Antonio Tovini

Beato Giuseppe Antonio Tovini Cividate Camuno (Bs), 14 marzo 1841 Brescia, 16 gennaio 1897 Memoria liturgica 16 gennaio Giuseppe Antonio Tovini nasce a Cividate Camuno il 14 marzo del 1841, da una modesta famiglia che gli impartisce un’educazione austera. Studente esemplare e dotato, rischia di dover lasciare gli studi per la povertà della famiglia; ma uno zio materno lo aiuta

AC scuola di Santità: Giuseppe Toniolo

Beato Giuseppe Toniolo Treviso, 7 marzo 1845 Pisa, 7 ottobre 1918 Memoria liturgica 4 settembre Laureato in giurisprudenza a Padova nel 1867, rimane nello stesso Ateneo in qualità di assistente, sino la 1872, trasferendosi successivamente a Venezia, a Modena e, infine, a Pisa, dove rimane come professore fino alla morte. Nel 1878, sposa Maria Schiratti, dalla quale ha sette figli.

Ac scuola di Santità: Pina Suriano

Beata Giuseppina Suriano Partinico (Palermo), 18 febbraio 1915 19 maggio 1950 Memoria liturgica 19 maggio Battezzata con il nome di Giuseppina, sarà sempre conosciuta con il diminutivo di Pina. La sua famiglia di contadini è molto religiosa e trasmette una fede sincera ai figli. Importante anche la formazione scolastica, dall’età di quattro anni, presso l’asilo delle Suore Collegine di Sant’Antonio

AC scuola di Santità: Maria Sagheddu

Beata Maria Sagheddu (Maria Gabriella dell’Unità) Dorgali (Nuoro), 17 marzo 1914 Grottaferrata (Roma), 23 aprile 1939 Memoria liturgica 23 aprile Maria nasce da una famiglia di pastori. Fino ai diciotto anni, vive in maniera molto semplice, senza porsi troppe domande. Poi, all’improvviso, la sua vita spirituale, che fino ad allora è stata tiepida, cambia, si lascia prendere dall’amore di Dio. Da