Categoria: I Santi e Beati di AC

Conosciamo i nostri fratelli e sorelle maggiori: l’AC è una scuola di Santità e moltissimi sono stati gli associati che hanno reso la loro vita vera testimonianza del Risorto. Impariamo a conoscerli.

AC scuola di Santità: Giuseppe Puglisi

Beato Giuseppe Puglisi Palermo, 15 settembre 1937 15 settembre 1993 Memoria liturgica: 15 settembre Nasce nella borgata palermitana di Brancaccio, il 15 settembre 1937, figlio di un calzolaio e di una sarta, e viene ucciso dalla mafia nella stessa borgata, il 15 settembre 1993, giorno del suo 56° compleanno. È ordinato sacerdote il 2 luglio 1960. Segue con attenzione i

AC scuola di Santità: Don Secondo Pollo

Beato Secondo Pollo, Martire Caresanablot (Vercelli), 2 gennaio 1908 Montenegro, 26 dicembre 1941 Memoria liturgica 4 gennaio Alunno dei Fratelli delle Scuole Cristiane a Vercelli, a 11 anni Secondo entra nel seminario diocesano e poi prosegue gli studi a Roma, dove si laurea in filosofia nel 1931 alla Pontificia Accademia di S. Tommaso, e in teologia alla Pontificia Università Gregoriana.

AC scuola di Santità: Bruna Pellesi

Beata Maria Rosa di Gesù (Bruna Pellesi) Morano (Modena), 11 novembre 1917 Sassuolo (Modena), 1° dicembre 1972 Memoria liturgica 1° dicembre È l’ultima di nove fratelli. La sua è una famiglia di contadini, e anche Bruna, come i suoi genitori, lavora nei campi. All’interno dell’Azione Cattolica, matura la sua vocazione religiosa. Dopo l’arrivo di don Giuseppe Lunari nel suo paese,

AC scuola di Santità: Pierina Morosini

Beata Pierina Morosini Fiobbio (Frazione di Albino – Bergamo), 7 gennaio 1931 6 aprile 1957 Memoria liturgica 6 aprile Prima di nove figli di una famiglia di contadini, terminate le scuole elementari, si iscrive a una scuola di taglio e cucito. Comincia il suo mestiere di sarta, ma poi viene assunta come operaia tessile nello stabilimento Honegger di Albino. Con

AC scuola di Santità: Antonia Mesina

Beata Antonia Mesina, vergine e martire Orgosolo (Nuoro), 21 giugno 1919 17 maggio 1935 Memoria liturgica 17 maggio Seconda di nove fratelli, aiuta la mamma nei lavori domestici. Nel 1929, si iscrive all’Azione Cattolica come beniamina, poi dal 1934 come socia effettiva e diviene delegata delle beniamine. L’Eucaristia, il Sacro Cuore di Gesù e la Madonna sono i capisaldi della

AC scuola di Santità: Alberto Marvelli

Beato Alberto Marvelli Ferrara, 21 marzo 1918 Rimini, 5 ottobre 1946 Memoria liturgica 5 ottobre Secondogenito di sette figli, Alberto Marvelli aderisce all’Azione Cattolica nel 1930, entrando a far parte del gruppo fanciulli cattolici. A 15 anni, il parroco gli affida l’incarico di delegato aspiranti e di presidente del Circolo della sua parrocchia. Diventa, poi, segretario diocesano, delegato diocesano e

Ac scuola di Santità: Pier Giorgio Frassati

Beato Pier Giorgio Frassati Torino, 6 aprile 1901 Torino, 4 luglio 1925 Memoria liturgica 4 luglio Nasce in una ricca famiglia borghese. Il padre, Alfredo Frassati, nel 1895 fonda il quotidiano «La Stampa», si impegna in politica ed è eletto senatore. In seguito, diventa ambasciatore d’Italia a Berlino. Giorgio trascorre una giovinezza serena e tranquilla, ma studia poco volentieri, perciò

AC scuola di Santità: Odoardo Focherini

Beato Odoardo Focherini Carpi (Modena), 6 giugno 1907 Hersbruck (Germania), 24 dicembre 1944 Memoria liturgica 6 giugno I genitori sono originari della Val di Sole, in Trentino, ma si trasferiscono a Carpi, dove il padre apre un negozio di ferramenta. Odoardo frequenta l’oratorio. Nel 1924, non ancora ventenne, è tra i fondatori de «L’Aspirante», il primo giornale cattolico per ragazzi, che

AC scuola di Santità: Cecilia Eusepi

Beata Cecilia Eusepi Monte Romano (Viterbo), 17 febbraio 1910 Nepi (Roma), 1° ottobre 1928 Memoria liturgica 17 settembre Nasce in una famiglia povera, ma molto religiosa. Rimane orfana di padre, a cinque anni, e insieme alla madre si trasferisce a Nepi dove vive anche uno zio alle dipendenze dei duchi Grazioli Lante della Rovere. Lo zio, nel settembre 1915, l’affida

AC scuola di Santità: Francisco de Paula Castello y Aleu

Beato Francisco de Paula Castello y Aleu Alleante (Spagna), 19 aprile 1914 Lérida, 29 settembre 1936 Memoria liturgica 29 settembre La sua famiglia è catalana di origine e, per motivi di lavoro, si trasferisce ad Alicante dove nasce Francisco de Paula. La morte prematura del padre costringe la madre con i tre bambini, tra cui Francisco neonato, a ritornare a